Info

Taranto farà da apripista alla mobilità pubblica elettrica in Italia, abbracciando il concept del Brt elettrico. Si è chiuso l’8 luglio scorso il primo bando di gara, in ambito di studio di fattibilità e progettuale, lungo il percorso che porterà alla messa in esercizio di due linee di Brt forti di ben 71 chilometri di percorrenza.

Il tutto grazie al denaro del Decreto Rilancio che ha stanziato 130 milioni di euro. Sul Brt elettrico di Taranto circoleranno circa 50 bus a zero emissioni. Prevista una riduzione del 40 per cento dei tempi di percorrenza, rispetto all’auto privata, nel centro città.
«È un bando di gara unico nel suo genere – ha dichiarato il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci -. Una gara europea capace di attrarre importanti realtà ingegneristiche del settore viario per le infrastrutture ecosostenibili. È un progetto che pensiamo farà scuola perché non si procederà alla consueta progettazione a stralci o per singoli lotti, spesso preludio di opere mai terminate, ma si progetterà l’intera rete».